Tango

“Siamo tre ragazze di ottant’anni, vedove. Perché così siete voi uomini: ci fate disperare e poi ci lasciate”. Dialogo rubato in un ristorante. Oropa, agosto 2005 Pensandoci bene a lei era andata meglio che a tanti altri. Gesu’, per esempio, era nato in una stalla; e il buon Giuseppe altro non era che un semplice falegname: ortopedico di panche rotte … Continua a leggere

Il tango di Borges

            “Negli accordi ci sono antiche cose: l’altro cortile e la nascosta orditura. Dietro le pareti sospettose il Sud custodisce un pugnale e una chitarra. Quella raffica, il tango, quella diavoleria, gli anni affannati sfida; fatto di polvere e tempo, l’uomo dura meno della leggera melodia, che solo e’ tempo. Il tango crea un buio … Continua a leggere

Adele. Un ricordo.

Riaffiorò casualmente subito dopo il bagno del giovedì pomeriggio. La camicia da notte, di raso rosa coi ricami, l’aveva allarmata: l’avevamo vestita troppo bella, disse. Così il Signore avrebbe pensato che fosse l’ora di venire a prendersela! Quella camicia le sembrava da grande occasione, da matrimonio. Era lucida e in vena di chiacchiere la nonna e noi approfittammo per interrogarla … Continua a leggere

Lezione di Tango

Imparare, ballare col Maestro ha un fascino indescrivibile. E’ qualcosa di sublime, quindi intoccabile; e allo stesso tempo viscerale, quindi passionale. Come possono coesistere due sensazioni talmente opposte? Lasciandosi andare. Questo è il segreto, l’alchimia per entrare nella “tango mentality”. Il Maestro continua a ripetermi di lasciarmi andare ma non abbandonarmi, di avere fiducia nell’altro ma rispettare me stessa…così facendo … Continua a leggere

Il tango del serpente

  La sala era grande e spaziosa, con all’ingresso una tenda di tulle rosso, che si muoveva al minimo impercettibile soffio d’aria, e al passaggio degli invitati. Il pavimento bianco opaco la stanza lucente e come avvolta in un’aria surreale. C’era molto spazio tra un tavolo e l’altro, coperti da tovaglie ricamate e candide, con i lembi a sfiorare le … Continua a leggere

La prima volta

Ormai non pensavo più a quell’incontro, a quell’uomo misterioso che mi rimase dentro per il suo modo di muoversi e di parlare. Fu una serata coinvolgente finita con un bacio bollente ed un abbraccio appassionato. Poi la vita continuò… finchè un giorno ecco che mi arriva una bellissima rosa nera con legato un lunghissimo nastro rosso fuoco accompagnata da un … Continua a leggere

Noi

Ci sembrava giusto approfittare di questa vetrina per ringraziare tutti, sia gli autori dei post che chi ci ha seguito e ci segue in questa esperienza . Gotan non è il blog di Gabri e Isa. , ma della community virgiliana e non solo. Noi, ma soprattutto Voi in home!

largentango

  Non sono capace di ballare il tango, non. Ma pensando a quello che mi hai detto, hai ragione, ce l’abbiamo comunque nel sangue. Perché il tango non è solo il ballo, il tango è un’idea, un modo di vedere la vita, di vivere l’amore. Un dolore. Il tango è estremo. Come lo siamo noi che lo portiamo nel sangue … Continua a leggere

La milonga dei gelsi

  Le tessere del mosaico in fondo alla piscina, le pietruzze allineate nella Rosa dei Venti del lastrico, i gelsi neri adagiati sulle foglie, le stelle appese a grappolo, come i gelsomini e le bouganvillee. E poi il tango: allo stesso modo, particelle una accanto all’altra, che componevano passi leggeri sull’impiantito, gesti nell’aria – circolari, perché il tango è rotondo … Continua a leggere